mercoledì 25 luglio 2018

Pray – rosario





 Da secoli l’uomo si interroga sul mistero della vita , uno dei tentativi piu’ diffusi di relazionarsi con questa dimensione misterica è la “preghiera”.

La preghiera è il bisogno di dialogare col “sacro” e si diversifica in molteplici forme e differenti scopi. Può essere un canto di lode, una richiesta di aiuto, una danza di invocazione o un rosario da recitare. Proprio questo ultimo manufatto è una nuova tappa del progetto “Pray” dell’artista Domenico Oliverocol supporto curatoriale di Monica Giordano.

 Dopo la prima fase, svoltasi nel 2016 presso i laghi di Roburent, con le bandierine di preghiera, è la volta dell’antico bosco della Riserva Naturale Crocetta, vicino a Cuneo, ad accogliere un nuovo intervento di riflessione sulle pratiche spirituali che alcuni esseri umani vivono.




Questo lavoro artistico nasce dalla volontà di produrre un manufatto destinato alla preghiera slegato da uno specifico culto religioso.

 L’opera , in forma di rosario , è stata ideata sulla base di alcune pratiche mistiche presenti nelle principali religioni, riletta in una chiave estetica più solare.

 Tutte le culture umane hanno la necessità interiore di sviluppare un rapporto fra l’essere umano e il mondo “esoterico” che percepisce.

 Il progetto Pray intende produrre una serie di manufatti artistici per persone che non si riconoscono in un preciso orientamento religioso ma sentono comunque il bisogno di una pratica spirituale ; le opere sono così progetti agnostici di metafisica.

 Sabato 18 Agosto alle ore 10,00 presso il bosco della Riserva Naturale Crocetta avrà corso un’azione performativa e la presentazione del nuovo lavoro dell’artista.

 La zona è facilmente raggiungibile dal parcheggio pubblico, area Riserva Naturale Crocetta, posto a 500 metri dal numero 100 del Viale Federico Mistral a Cuneo.




Evento: pray - rosario
Data: 18/08/2018
Performance: dalle ore 10,00 alle 11,00
Luogo: Riserva Naturale Crocetta - Viale Federico Mistral 100, Cuneo (Italia)
Artista: Domenico Olivero
Curatrice: Monica Giordano
Ingresso libero
In caso di pioggia l’evento sarà annullato

giovedì 17 maggio 2018

Stampa e incisione

Da poco sto avvicinandomi al mondo dell'incisione e della stampa, questi alcuni esercizi realizzati con l'Associazione di stampa d'arte Nerofumo a Vernante. 













sabato 17 marzo 2018

Laboratorio al Pav con Uriel Orlow



Incontrare una artista e poter  approfondire il suo lavoro artistico é fra le esperienze più arricchenti che conosca.

Così sabato scorso sono andato al ParcoArti Vivente di Torino per poter partecipare al laboratorio di Uriel Orlow  che conclude anche la mostra “What Plants Were Called Before They Had aName” che era stata inaugurata l'autunno scorso.
  



La giornata è iniziata con la presentazione del recente lavoro dell'artista per poi declinare in una serie di azioni di percezione  e controllo del proprio corpo in ambito comunitario.

Dopo il pranzo condiviso si è riflettuto su alcuni oggetti portati dai partecipanti per poi realizzare un tableau vivant, summa di un bel percorso  di riflessioni e dialoghi proposti da Orlow, col prezioso supporto dello staff del Pav e di tutti i convenuti  .

Sono stato piacevolmente immerso in un bella esperienza  di percezioni e pensieri, spesso inaspettati e stimolanti,  una bella giornata per attivare maggiore sensibilità e  attenzione al mondo in cui siamo immersi.

 









martedì 6 febbraio 2018

Love pop




L’Ottica 48, per la giornata di San Valentino, propone alla sua affezionata clientela e al pubblico che visita il centro storico di Cuneo, un progetto creativo commissionato per l’occasione.

Il negozio ha selezionato un artista per condividere una iniziativa culturale sulla facciata del negozio. Per questa occasione è stato chiesto all’artista Domenico Olivero, di intervenire sulla finestra dell'antico palazzo.

Il lavoro proposto è una proiezione gioiosa, un gioco di luce che anima romanticamente la finestra.

Un video in loop, realizzato con la collaborazione tecnica di Lucia Polano, dalle 18 alle 19 verrà proiettato, presentando un’animazione che si sviluppa in continui attimi emotivi, luminosi, giocosi.

Un cuore che pulsa immagini e suggestioni, una passione che si vive nell’attimo della serata.


Un piacevole evento di emozioni per la giornata dei sentimenti d’amore.



Presso l’Ottica 48 in via Roma 48 a Cuneo,
il 14 Febbraio dalle ore 18 alle 19.

















domenica 14 gennaio 2018

I.A. oltre la creatività artistica



Presso il FabLab di Cuneo, in Via XXVIII Aprile, 22, il prossimo 25 Gennaio alle ore 21 si svolgerà l’incontro “I.A. oltre la creatività artistica”.

l.A. in questi ultimi mesi è al centro di tantissimi dibattiti che mettono in discussione il suo sviluppo.

L’Intelligenza Artificiale si apre anche alla produzione artistica, applicandosi nell’universo della libertà espressiva dell’arte, passando dalle fase di strumento a quella di creatore.

L’incontro, coordinato dall’artista Domenico Olivero, racconterà del rapido excursus storico per arrivare all’inquietante presente creativo dell’I.A.


Data Giovedì 25 Gennaio ore 21 in via XXVIII Aprile 22 presso il FabLab.


martedì 2 gennaio 2018

Drawing on Instagram




Da un poco di tempo ho attivato un profilo su Instagram, che ora ho deciso di dedicare al disegno, a cadenza settimanale presenterò dei lavori grafici/progetti/sensazioni nella pratica declinazione del disegno. 

giovedì 12 ottobre 2017

Sotto l'oggetto



Apertura straordinaria della rassegna GPL - Grandi Progetti Leggeri alla Cavallerizza di Torino .


Nella giornata di Venerdì 13 Ottobre si svolgerà l'incontro "Sotto l'oggetto, un immersione nelle storie possibili tra arte e archeologia".

ore 18,30
visita guidata alla mostra con l'artista Domenico Olivero

ore 19,00
intervento dell'archeologo Marco Subbrizio parlerà dell'esperienza di "scopritore" di vite attraverso i suoi scavi Al secondo piano, androne delle scale (primo piano della mostra)


Ingresso libero



Per info 3497157404

lunedì 7 agosto 2017

Atli lo spadete



Rassegna GPL - Grandi Progetti Leggeri  intervento “Atli lo spadete” Torino 29 Settembre / 15 Ottobre 2017

Da alcuni giorni, un lungo nastro argentato scorre per i diversi piani della Cavallerizza Reale di Torino, percependone gli spazi, rivelando memorie, condividendo ricordi, cosa sarà mai?

E’ una nuova originale proposta artistica fra arte e architettura per la nuova rassegna “GPL - Grandi Progetti Leggeri” che nei prossimi mesi darà corso ad affascinanti interventi nei maestosi spazi della Cavallerizza di Torino.

Questo primo progetto, opera dell’artista Domenico Olivero, dal titolo “Atli lo spadete”, con la curatela di Alessio Moitre, si sviluppa nei tre piani dell’edificio, attraversandoli in modo seducente, rielaborando la percezione e le suggestioni del luogo. Un ambiente sonoro ideato da Elettrogenica, accompagna il progetto espositivo.

Un evento eccezionale che rilegge la recente vita di questo nobile edificio, storica sede della cavalleria reale del Regno Sabaudo, ora incredibile spazio di ricerca artistica ma non solo.

Il progetto GPL inizierà alla fine di Settembre 2017; il primo intervento sarà dal 29 Settembre al 15 Ottobre; seguiranno nei prossimi mesi progetti unici e irripetibili.

Per la Giornata del Contemporaneo – organizzata dall’AMACI, il 14 Ottobre, l’artista accompagnerà i visitatori alla scoperta dell’installazione alle ore 15,45.


Testo di Alessio Moitre curatore del progetto: Atli lo spadete   (Attraverso lieve lo spazio del tempo)

La lettura delle tracce passate è una forma raffinata e particolare di chiaroveggenza, alla luce della presenza di elementi di cui non si conosce la storia.

Con il progetto “PA – RE – TE”, l’artista Domenico Olivero (1964, Cuneo), si era già trovato l’anno passato al cospetto della struttura della Cavallerizza, riportando tramite fotografie i muri e le conseguenti suggestioni sfociate nella creazione di personaggi nati nel contesto e, si potrebbe dire, per il luogo stesso. L’artista dunque come scopritore della forma originaria di un contesto.

Vi è dell’archeologico, come nella volontà dello studioso di frequentare nuovamente i siti del rinvenimento. Nulla di strano se si sente il desiderio di proseguire andando oltre, ricalcando piccole zone, creando un tracciato che colleghi i vari ambienti, con una consecuzionalità che appare come un riportare gli eventi nella modalità di un novello Arazzo di Bayeux. Da ciò prende forma non solo una sottile presa di coscienza che attraversa le varie epoche, ma mostra anche la difficile presenza della traccia e del riferimento artistico, all’interno di un unico ambiente così fortemente connotato. Riprendendo suggestioni dirette con la performance degli anni settanta, Olivero sa dare corpo a ciò che investe il raffinato pensiero di un viaggiatore curioso tra stanze, piani, dettagli appena accennati, ma così gustosi da notare, che è un vero peccato farli cadere nella più desolata indifferenza. Domenico ricostruisce presenze e gli dona un corpo tangibile nella creazione di un opera di spiccata leggerezza, fragile se abusata dal tocco di mani inconsapevoli sul lavoro appena svolto. È il rischio dello scopritore, viaggiare tra i vari stadi della comprensione, come è strano constatare come l’opera “ATLI”, apra una terza via, quella del narratore, che osserva e riporta forse peccando d’infedeltà ma continuando a descrivere ciò che l’origine del luogo e lo scopritore, gli hanno affidato. 


GPL - Grandi Progetti Leggeri   E’ un progetto ideato dagli artisti Anna Ippolito e Marzio Zorio, sviluppato all‘interno del gruppo Arti Visive di Cavallerizza in collaborazione con Valentina Addabbo, Viola Gesmundo, Jacopo Mandich, Tonichina, Primavera e Michele Di Erre, rivolto ad artisti e curatori nazionali ed internazionali, per dare l’opportunità di creare opere site specific, di carattere monumentale, all’interno degli spazi di Cavallerizza Reale di Torino.

Cavallerizza Reale è un’opera architettonica di 22.000 mq iscritta dal 1997 tra i beni patrimonio UNESCO nel centro storico di Torino.  Del maggio 2014 parte della struttura è stata occupata per salvaguardare il patrimonio architettonico dalla vendita a privati da parte del comune di Torino ed è cominciata un autogestione di artisti e cittadini impegnati in diverse attività.  In tale contesto è venuto a crearsi il gruppo Arti Visive.

Domenico Olivero (Cuneo, 1964) riflette sulla contemporaneità con spirito umanista. L'orizzonte operativo dell'artista è fortemente concettuale, approcciato al mondo fisico nel suo potenziale culturale.  Attraverso diversi canali espressivi condivide le sue visioni, attivando processi, incontri, comunità. Le sue recenti attività artistiche stanno indagando la collettività urbana, la labilità della memoria e le nuove tecnologie informatiche.





Titolo rassegna:  GPL - Grandi Progetti Leggeri
Titolo mostra:  Atli lo spadete
Artista:  Domenico Olivero
Curatore:  Alessio Moitre
Ambientazione sonora a cura di  Elettrogenica
Data evento:  30 Settembre – 15 Ottobre 2017
Inaugurazione:  venerdì 29 Settembre ore 18,00
Orario di apertura:  Sabato e Domenica 15,30 – 18,30 o su prenotazione telefonica 338 142 6301  -  Ingresso libero
Indirizzo:  Cavallerizza Reale Via Giuseppe Verdi, 9, 10124 Torino TO